Rock band ROMISLOKUS - Official web-site. Source of new rock music with free mp3 downloads. Music lyrics, music video, reviews and interviews of the band
Russian rock band ROMISLOKUS - Official web-site. Source of new rock music with free mp3 downloads. Music lyrics, music video, reviews and interviews of the band
Official web-site of progressive rock band Romislokus: new music, lyrics, free music video, live concerts, reviews and interviews of the band Switch to English
Switch to Russian
Official web-site of progressive rock band Romislokus: new rock music, free mp3 downloads, music lyrics, free music video, live concerts, reviews and interviews of the band
ABOUT US
LYRICS
PHOTOS
BIOGRAPHY
REVIEWS
INTERVIEWS
RADIOS
VIDEO CLIPS
GUESTBOOK
CONTACTS
CREDITS
FORUM

Free!Music project: music for people
Official web-site of russian prog rock band Romislokus: new rock music, free mp3 downloads, music lyrics, free music video, live concerts, reviews and interviews of the band
CONCERTS NEWS MUSIC / MP3


Find more reviews

Music review from KALPORZ.COM for album 'Single 2002' (in Italian)

Music review from KALPORZ.COM for album

Il progetto-Romislokus viene alla luce a Mosca nel 1998, per mano di Yuri Smolnikov (chitarra e voce), musicista appassionato della scena prog rock degli anni '70. Passione che questo EP mostra in maniera abbastanza palese, pur nascondendola spesso in una nuvola pop.
La band, oltre che da Smolnikov, e composta da Mikhail Voronov (chitarra), Mikhail Brovarnik (basso), Anna Goya (violino), Irina Yunakovskaya (violoncello), Evgeniy Gorelov (tastiere), Dmitriy Shelemetev (batteria) e Maksim Karavaev.
L'attacco di 'Cool' mostra da subito ottime potenzialita, soprattutto nell'uso della voce, anche se piu che davanti ad una band prog sembra di trovarsi davanti un perfetto gruppo pop, solo leggermente deviato dalla chitarra acida e dai campionamenti. 'I'm Tired' presenta una ritmica piu sincopata, con pause, accelerazioni, una chitarrina funky che si mischia ad un basso dark e a delle tastiere prog, prima dell'intervento della slide guitar: spiazzante.
L'attacco di 'If' e dato dalle tastiere, che creano un'atmosfera ambient, con un tappeto sonoro che sovrasta l'intero brano, adagiato sul pianoforte e sulle tastiere. Di maniera, ma molto bello, l'intermezzo strumentale, con le chitarre e il basso impegnati in un divertente gioco ad inseguimento. Ballata alla vecchia maniera, insomma, che mostra nuovamente il volto pop celato dietro la maschera prog, e nel finale mostra addirittura tendenze da nuova elettronica.
'Freedom' e il brano piu serrato, con una strofa incentrata su chitarre distorte e basso e un ritornello pacificante ed etereo. Il crescendo di tastiere, pur nella sua riuscita emozionalita, ricorda da vicino il technopop anni '80 (gli Europe in particolare). Gli intermezzi con reminiscenze anni '70, arpeggi acustici, pause, riprese sincopate, chitarre distorte e tappeti sonori orchestrali fanno di 'Freedom' il gioiello dell'album.
Album che si chiude con un brano, 'Persici', cantato in italiano (!!!!). Ebbene si, una band prog/pop russa che canta e si diletta in italiano, con risultati di gran lunga superiori rispetto ad alcuni nostri presunti cantanti italiani (non faccio nomi per non rovinare la lettura). Il brano, che si apre con una bellissima ouverture per archi e tastiere, e una canzone pop, stavolta neanche mascherata con intenti prog, in cui convivono le dolcezze di violino e violoncello, per la prima volta protagonisti della scena. Il testo, traslato da Alberto Nucci, e sostanzialmente la metafora dell'esistenza umana.
Un lavoro interessante, questo dei Romislokus, che devono ancora centrare perfettamente l'obiettivo della loro musica ma che non annoiano mai. E questo non e certamente poco.

October, 2002.

Raffaele Meale

http://www.kalporz.com/recensioni/romislokus.htm

Find more reviews