Ромислокас - арт-рок группа. mp3, DivX, mpeg4, download
Romislokus - art rockМузыкальные видеоклипы mpeg 4 mp4 DivX медиа-арт скачать

Новости рок-группы Ромислокас. Новая музыка, новые песни, новые идеи
Живые концерты рок-группы Ромислокас в клубах Москвы и С.-Петербурга
Песни / Тексты, стихи песен
Музыка от рок-группы Ромислокас, mp3 для свободного скачивания
Фотогалерея рок-группы Ромислокас
Участники рок-группы Ромислокас
Биография рок-группы Ромислокас
Рецензии на музыку и альбомы рок-группы Ромислокас
Видео клипы рок группы Ромислокас, видеозаписи с живых концертов
Гостевая книга рок-группы Ромислокас
О проекте Ромислокас
Контакты рок-группы Ромислокас


Участник проекта Free!Music: музыка для людей



Искать другие рецензии

Рецензия от Zona4.it на альбом 'All Day Home' (in Italian)

Рецензия от Zona4.it на альбом

Romislokus
All Day Home
(2002 / Romislokus Music )
Mi scrive da Mosca una band russa, Romislokus, chiedendomi di invarmi il loro ultimo lavoro, All Day Home, per scriverci su e dar loro un po di visibilita anche in Italia, anche se sono gia conosciuti in Europa.
Li per li rimango perplesso, poi cedo.
I segnali di disgelo culturale nei confronti del mondo intero di quella terra lontana, da sempre paralizzata nelle sue tradizioni autoctone (anche per evidenti motivi politici!), sono giunti in Europa gia da parecchio tempo: la cultura rock e ormai popolarissima nei clubs moscoviti e non, la gioventu sovietica ha fatto propri i concetti di trasgressione, trends senza remore alcune e la vita notturna riserva sempre parecchie sorprese!
Eppure qualche preconcetto personale evidente mi impedisce di accostarmi con serenita a quell'oggetto giunto da cosi lontano: sbaglio clamorosamente, perche dopo alcuni ascolti mi accorgo che All Day Home, terzo lavoro di questo team di sette musicisti e un ottimo manufatto di rock progressivo moderno.
La mente dei Romislokus e Yuri Chudinov (Smolnikov), voce solista e chitarrista, nativo della regione degli Urali, ex studente di idrologia in Odessa, appassionato scrittore di musica e liriche da vent'anni, addirittura insegnante in laboratori sperimentali di musica rock per giovani musicisti.
E' lui che mette su con il keyboardista Eugeniy Gorelov ed il chitarrista Mikhail Voronov (gia militanti a meta anni novanta nella stessa band di soft & art-rock, The Ocean) il progetto Romislokus, leggo nelle loro note biografiche, con l'intenzione di sperimentare nel campo del rock progressivo, un genere d'estrazione tipicamente europea che vanta una lunga e gloriosa storia iniziata a cavallo tra i sessanta ed i settanta, ma che a tutt'oggi conta su un ristretto ma fedelissimo manipolo di bands epigoni.
Ma i Rosmislokus intendono anche combinare art rock e musica elettronica grazie all'apporto dei computers di Maksim Karavaev, che cura la programmazione delle basi ritmiche dei brani.
Il loro lato acustico e magicamente rappresentato da Irina Yunakovskaya, che si cimenta con violino e cello.
Tra il duemilauno e l'inizio del duemiladue riescono ad attirare l'attenzione e le critiche positive di addetti ai lavori da un po tutto il mondo (stazioni radio, magazines musicali e webzines) grazie a due lavori, Between Two Mirrors e Vinyl Spring, Digital Autumn.
Ma veniamo, dopo una doverosa introduzione a All Day Home: tutte le componenti musicali su descritte giungono a nitida definizione nei suoi brani; partendo da suggestioni/influenze strumentali early-Genesis, Yuri Smolnikov (la sua voce e pathos ricordano molto Peter Gabriel) e c. forgiano un sound crepuscolare, a tratti epico ma al contempo tagliente per chitarre in cui le profondita emotive e poetiche evocate dalle timbriche dei keyboards e dalle sonorizzazioni ambient dei computers giocano un ruolo fondamentale.
Introspezione e liricita amare ed insinuanti ma anche profondamente romantiche sono l'essenza dell'arte sonora di Romislokus in brani come If, Dreg, Cool, Captain Zero.
Si delinea cosi un prog-rock carismatico e personale che pur manifestando illustri ascendenze storiche ( Genesis, Caravan, Fish) si proietta in seducenti ambientazioni planetarie moderniste, attraversate da inserti di cello e violino caldi e decadenti!
Ma anche le liriche di Smolnikov sono fondamentali, crude ed utopistiche, poetiche e naturiste: Freedom, Name, Tree By The Wall sono chirurgicamente tese a sezionare e rivalutare concetti che anche nella distante e gelida Russia si sono svuotati da tempo di significato come in Europa ed America.
Liriche in inglese per la prima volta in questo terzo lavoro teso ad una (apparente ?) occidentalizzazione della band; infine un brano cantato in italiano, Persici (tra i piu poetici) ed uno in francese, L'amour, due ulteriori segnali nello stesso senso.

Апрель, 2003.

Pasquale BOFFOLI


http://www.zona4.it/boffoli/romislokus/romislokus.htm

Искать другие рецензии

Switch to english На главную На главную